• Thursday December 5,2019

5 errori comuni durante l'allattamento e come evitarli

L'assistenza infermieristica può essere naturale, ma ciò non significa che sia facile. Ecco alcuni errori comuni che fanno le mamme che allattano e come prevenirle e risolverle.

Foto: iStock Photo

Non importa il tuo livello di esperienza con l'allattamento al seno, c'è sempre una curva di apprendimento. Per aiutarti a stare al passo con questa curva, abbiamo messo insieme alcuni suggerimenti su come evitare alcuni dei più comuni errori di allattamento che si verificano molto con le nuove mamme.

Errore n. 1: pensare al dolore è normale

Se l'allattamento fa male ai capezzoli, significa che qualcosa non va e che dovrebbe essere affrontato il prima possibile. `` L'allattamento al seno è come qualsiasi altra normale funzione del corpo, come andare in bagno o respirare, e se una qualsiasi di quelle funzioni normali fa davvero male, e sei andato dal tuo medico probabilmente vorrebbe capire perché, '' dice consulente internazionale per l'allattamento certificato Ashley Pickett.

Il dolore ai capezzoli potrebbe essere un segno che qualcosa non funziona con il chiavistello, e talvolta può essere risolto affrontando l'angolazione a cui stai allattando, oppure potrebbe essere causato da qualcosa come una cravatta che potrebbe essere necessario rilasciare per affinché il bambino si allatta efficacemente. Un consulente per l'allattamento può aiutarti ad arrivare in fondo a tutto.

Se fa male al seno, non al capezzolo, è possibile che si verifichino vasospasmi, che sembrano una sensazione pulsante e bruciante nel seno. Sono causati da una diminuzione del flusso sanguigno dovuta alla compressione, grazie a un fermo stretto. Quando il flusso sanguigno ritorna dopo che il bambino è fuori dal seno, la sensazione di bruciore si avvia: è il tipo di spilli e aghi.

Non ignorare mai questo dolore, perché il cattivo fermo che lo provoca può significare che il tuo bambino non sta drenando completamente il latte dal seno, il che potrebbe portare a dotti ostruiti e potenzialmente mastite, un'infezione al seno. Esiste un altro potenziale risultato di un latch scadente: problemi di flusso del latte. "Il chiavistello stesso è una specie della chiave per sbloccare la fornitura di latte", spiega Pickett. `` In quei primi giorni, quando ci sono tonnellate di ormoni che lavorano per aiutare ad aumentare l'approvvigionamento di latte, non è un grande problema, ma di solito, ciò che vedremo è circa due, tre o quattro mesi, in quel tipo di intervallo, quello che chiamiamo flusso di latte lento ad esordio tardivo. Quando un bambino si allatta efficacemente, segnala al corpo del genitore che ha bisogno di produrre più latte . Se quel segnale non è forte e non sta suggerendo al corpo della mamma di rilasciare molta ossitocina, che quindi provoca una delusione, allora quelle delusioni diventano più brevi e meno e più in là tra loro può portare a un ciclo per i bambini, dice Pickett. Molti bambini inizieranno a staccarsi dal seno durante una poppata o ad essere veramente pignoli al seno quando il flusso rallenta. `` Se si staccano e non sono pieni, quello che tendiamo a vedere sono i bambini che non sono abbastanza soddisfatti, sono pignoli e potrebbero non dormire troppo a lungo '', osserva.

Errore n. 2: ignorare la propria fame e sete

L'assistenza infermieristica può toglierti molto da te, letteralmente. `` Per rendere il latte materno il nostro corpo prenderà sostanze nutritive dal sangue, dalle ossa, dai muscoli, ruberà tutto dalla mamma, e quindi il latte materno finisce bene ma la madre potrebbe avvertire queste carenze nutrizionali se non sta riempiendo abbastanza bene, dice Pickett. Se ti senti impoverito in questo modo, può interessarti fisicamente e mentalmente. Potresti sentirti più stanco, per esempio. Anche la disidratazione può contribuire a questo. E soprattutto dal momento che probabilmente il tuo sonno sta già subendo un colpo, evitare di fare qualsiasi cosa che contribuisca all'esaurimento renderà l'allattamento un po 'più facile. Ma la realtà è che prendersi cura di un neonato non lascia molto tempo per prendersi cura di se stessi, quindi come rete di sicurezza, Pickett raccomanda di continuare a prendere vitamine prenatali fino a quando si allatta per aiutare mantieni alti i tuoi livelli nutrizionali.

Errore n. 3: ignorare la possibilità di legare la lingua

"Molto spesso il legame con la lingua viene scartato perché non è un legame con la lingua o non è un vero problema", afferma Pickett. Se stai riscontrando problemi di allattamento al seno e stai studiando la lingua del tuo bambino, è importante guardare la mobilità verso l'alto della lingua, non solo fino a che punto sporge, dice Pickett. È la parte posteriore della lingua che sta facendo la maggior parte di quel lavoro di allattamento al seno. Quindi, non importa quanto sia distante la cravatta, se è molto limitata può importare

Testo alternativo Sì, il seno È il migliore, ma è tempo di ritirare quella frase una volta per tutte. Pettett spiega che è oltre lo scopo della pratica di un consulente per l'allattamento diagnosticare una lingua, ma possono aiutarti a darti un'idea se il tuo bambino può averne una, e può suggerirti di farti valutare da un operatore sanitario che ha esperienza nella diagnosi. Un potenziale segno di una cravatta che vede è la frequenza con cui mangiano. "I bambini legati alla lingua si nutrono in brevi periodi di tempo molto frequentemente perché possono davvero solo ottenere quella delusione iniziale, e quindi non possono più." Dice che questo tipo di restrizione può influire sulla fornitura di latte, dal momento che un legame linguistico può ridurre il segnale al corpo per produrre più latte. “Dico sempre ai clienti, è come se bussassi alla porta molto leggermente e tu potessi o meno rispondere a quella porta. Ma se busserò davvero forte, mi sentirai, verrai a rispondere. Ed è la lingua che si muove verso l'alto che fa un po 'il bussare. "

Errore n. 4: supponendo che se il bambino si addormenta sul seno, sono sazi

"Non c'è niente di sbagliato nel mettere un bambino a dormire sul seno", sottolinea Pickett. "Ma se quel bambino viene addormentato al seno e si sveglia cinque minuti dopo arrabbiato, o ha un sonno irrequieto e si sveglia mezz'ora dopo per mangiare di nuovo, di solito c'è qualcosa che possiamo fare per migliorarlo semplicemente migliorando il efficienza dell'allattamento al seno. "

Un bambino può addormentarsi senza essere pieno perché non sta ricevendo abbastanza latte, e controllano perché stanno emettendo più energia di quella che ottengono in cambio, spiega.

E mentre un bambino che non si riempie non è necessariamente un problema di allattamento a meno che non mostri abbastanza indicatori di buona salute, come guadagnare abbastanza peso e fare abbastanza pipì o cacca, dice Pickett, imparando a rendere i mangimi più efficienti e assicurandosi il tuo bambino è pieno prima di addormentarsi potrebbe rendere la vita più facile per tutti, osserva. Avrai una pausa un po 'più lunga e il tuo bambino si sentirà soddisfatto. Per verificare se il tuo bambino è pieno, lei raccomanda quello che chiama il test di abbattimento. Qui è dove li metti giù senza una fascia o un ciuccio, il che può influire sulla loro capacità di comunicarti che hanno fame, dopo che si sono addormentati. Se iniziano a contorcersi e scricchiolare, raccoglili e mettili in una pancia verticale in posizione di pancia con te. Potrebbero ruttare o depositarsi tra le tue braccia perché hanno bisogno del tempo di contatto, il che è del tutto normale . Ma se iniziano a piegare la testa e attecchire per il seno, o succhiarsi le mani, significa che hanno ancora fame.

Un bambino che mordicchia molto e fa schifo fa schifo non sta dando al tuo corpo il segnale di cui ha bisogno per produrre latte. Per farli bere più a lungo e avere i bocconi adeguati, dove vedi la pausa del mento, Pickett ti consiglia di utilizzare le compressioni del seno per mantenere il latte che scorre, e passare all'altro seno quando rallentano in modo che continuino a bere invece di rosicchiare e poi cadere addormentato.

Errore n. 5: consentire a qualcun altro di definire il successo infermieristico per te

Quando permetti ad altri di decidere quali sono i tuoi obiettivi, puoi prepararti per una serie delusione.

"Con l'allattamento al seno e la genitorialità possiamo considerare l'intento sull'impatto", afferma Pickett. “E se hai intenzione di fare il meglio che puoi per il tuo bambino, non importa come sia. Se stai facendo del tuo meglio, se il tuo obiettivo era una cosa e non riuscivi a farlo funzionare, allora spostiamo semplicemente i nostri obiettivi. "

Allo stesso modo, ciò che alcune persone possono trovare gestibili, altre possono trovare una sfida. Quindi fai ciò che funziona meglio per la tua famiglia. "Con i pasti frequenti di notte, alcuni genitori sono proprio come 'Va bene, quindi condivideremo il letto e non noterò nemmeno con quale frequenza le mie infermiere, e per me va bene.' Un'altra mamma potrebbe considerare quella situazione ed essere come 'Non continuerò nemmeno ad allattare se devo affrontarla' ”, afferma Pickett. “Non c'è giusto o sbagliato. Non c'è un modo per farlo. "


Articoli Interessanti

Perché nutrire la mia famiglia è il compito genitoriale che detesto di più

Perché nutrire la mia famiglia è il compito genitoriale che detesto di più

"Odio il fatto che il cibo sia diventato qualcosa che divide la nostra famiglia, piuttosto che qualcosa che possiamo goderci insieme". Foto: iStockphoto "Le sto solo dando tutto quello che vuole mangiare e non combatteremo." Mio marito emette questo fatto compiuto mentre si avvicina alla fauci del frigorifero per il mac e il formaggio rimanenti

Genitori di multipli

Genitori di multipli

Con gemelli e terzine ora nati in numeri record, una mamma di multipli esamina come questo particolare boom del bambino influenzerà il sistema sanitario canadese, i genitori e, soprattutto, i bambini stessi Uno sta piangendo. Adesso l'altro. Tra il congelamento di un inverno di Edmonton, in qualche modo mi teletrasporto sul divano del loro asilo nido e inizio ad allattare nella "doppia stiva da calcio" che ho perfezionato da quando i miei gemelli prematuri sono tornati a casa dall'ospedale due mesi fa.

10 fatti sorprendenti sul latte materno

10 fatti sorprendenti sul latte materno

{{{data.excerpt}}} {{{data.featuredImage.replace ("http: //", "https: //")}}} Accedi / Registrati impostazioni Disconnessione Rimanere incinta Cercando di concepire Infertilità Gravidanza Gravidanza per settimana Nomi del bambino Registro del bambino Docce per bambini Essere incinta Salute in gravidanza Dando vita Bambino Baby al mese Sviluppo del bambino Cibo per bambini Salute del bambino Sonno del bambino L'allattamento al seno Colica Assistenza ai neonati Cure postpartum Dentizione Famiglia bambini Bambino piccolo attività Feste di compleanno Libri mestieri Disciplin

Pollo Al Forno

Pollo Al Forno

Tempo di preparazione: 10 minuti Tempo totale: 1 ora e 45 minuti Fa: 6 porzioni Pollo Al Forno Questo articolo non è ancora stato valutato. Nulla dice "so cucinare" come un delizioso pollo arrosto al forno. ingredienti 1 pollo intero, (3-1 / 2 a 4 lb) 1 cucchiaio di burro non salato sale Pepe nero Indicazioni Preriscalda il forno a 375F.

Depressione materna più probabile dopo quattro anni dal parto: studio

Depressione materna più probabile dopo quattro anni dal parto: studio

Mentre la depressione postpartum è qualcosa che osserviamo attentamente, uno studio australiano indica che la depressione materna in seguito potrebbe essere più comune. Foto: iStockphoto Parliamo di routine della depressione postpartum , che colpisce le mamme nei primi 12 mesi dopo aver avuto un bambino, ma uno studio australiano ha scoperto che le madri hanno maggiori probabilità di provare la depressione materna quattro anni dopo dando vita. L