• Thursday December 5,2019

Ho appena avuto un bambino: perché improvvisamente odio mio marito?

Dopo aver portato a casa un neonato, ho iniziato a tenere il punteggio e creando aspettative non realistiche. Qualcosa doveva dare.

Foto: iStock

"Sono solo, quindi, stanco", dissi a mio marito, barcollando verso il tavolo della cucina e teneramente seduto. Il dolore del parto cesareo d'emergenza di una settimana fa era ancora fresco e le esigenze di un neonato estremamente affamato mi facevano sentire perennemente sbronzo.

"Anche io sono stanco", ha detto.

Quelle parole mi hanno fatto arrabbiare.

Sentii il calore che mi saliva dai fianchi, dove ero seduto di fronte a lui a cena (una cena che preparava, dovrei notare). Mi alzai, furioso, senza parole: i miei denti si incontrano come magneti, la pressione si irradia lungo la mascella.

Lui era stanco? Non ho visto il suo seno gonfiarsi e perdere latte ad un ritmo paragonabile solo a un idrante antincendio. E non l'ho visto cambiare una benda da un taglio cesareo d'emergenza nel mettere in ordine la casa. TUTTO DURANTE LA MANTENIMENTO DELLA NOSTRA VITA UMANA PRIMA NASCITA. Voglio dire, come potrebbe essere stanco? Mi ero guadagnato Il premio della persona più esausta nella casa.

Ospitavo quella furia, trattenendola come una pietra preziosa e poi maneggiandola come un'arma, lanciandola fuori durante le discussioni, a una velocità che pochi lanciatori di baseball potevano competere. Lo tiravo fuori a caso durante i combattimenti su chi fa cosa, facendogli sapere che, in effetti, ero il più stanco, ho lavorato di più!

E proprio così, ho iniziato a risentire mio marito.

Andare da quasi beati - "Wow, non sarà così eccitante: un baaaaybeeee!" - implorare e supplicare l'universo per una notte che porterebbe solo due ore di sonno consecutivo è stato uno shock per i nostri sistemi. Eravamo nuovi genitori squilibrati per via ormonale, che a volte si sentivano come imperfetti o addirittura falliti. Per qualche assurda ragione, sembrava che fosse arrivato il momento di iniziare a tenere il punteggio. La mia mente vagava, confrontando i nostri carichi di lavoro: biancheria, stoviglie, alimentazione, pannolini, conservazione di vestiti troppo piccoli, appuntamenti con il dottore, somministrazione di gocce di vitamina D, ricollocamento di medicine, gestione delle tappe. Mi sentivo come se stessi gestendo la maggior parte delle faccende domestiche e del bambino, anche se non so perché sono stato sorpreso. Ero stato avvertito di questo da quasi tutte le amiche che avevo.

Ma con il tempo, il sonno e una comunicazione migliorata sulle esigenze reciproche, siamo entrati in un solco più equilibrato, adattandoci ai nostri nuovi ruoli come personale di pulizia (io) e cuoco di linea (lui) per nostro figlio, ora un tornado dai capelli ricci di un bambino.

Fino all'arrivo del bambino numero due, e all'improvviso c'erano doppi pannolini, pasticci e bocche da sfamare. Una sera ho raggiunto un punto di ebollizione mentre stavo pattinando sulla diarrea di mia figlia nelle prime ore del mattino lo scorso inverno. Sbuffavo e sbuffavo, inviavo messaggi telepatici a mio marito (che era tutto accogliente e profondamente addormentato nella stanza accanto), aspettandomi che si precipitasse al mio fianco con un mocio per le mani, un detergente per pavimenti naturale e galloni di simpatia in mano .

Ma tutto ciò che offrì fu una sinfonia russante dalla stanza accanto.

Quando ho sollevato quello che è successo la mattina dopo, frustrato e confuso sul perché non è venuto in mio soccorso, ha replicato con "Non me l'hai chiesto".

Indica la rabbia silenziosa.

Quando chiamo Lindi Lazarus, una bambina e terapista della famiglia in uno studio privato a Toronto, mi assicura che è normale provare un risentimento verso l'altra metà dopo aver avuto un figlio (o due). "È un grande cambiamento di identità per tutti i genitori", dice, mentre sento che il cortisolo inizia a diminuire. "C'è una crescente domanda da parte dei tuoi figli con meno tempo per dormire, fare sesso e te stesso".

Quando allevo la danza della diarrea, lei simpatizza per la mia frustrazione. "Vorresti che potesse solo capirlo, e non è insolito sentirsi così anche quando non riesce a leggere la tua mente." Sorrido a me stesso, sentendomi convalidato. "Ma", inizia, "è importante essere chiari su quali siano le aspettative, che impediranno il risentimento." Il mio sorriso svanisce.

Testo alternativo L'ultima guida per papà principiante ai neonati

Prevenzione. Sono abile nel fare le cose nel resto della mia vita per evitare che i muri si rompano: preparo la quinoa ai pasti la domenica per evitare un raffinato incidente con carboidrati in ufficio durante la settimana, medito per evitare che il mio stress esacerbi il mio linee sottili, ma quando penso di vocalizzare le mie aspettative per evitare un argomento più ampio in seguito, tace. Immagino di immaginare che dopo 18 anni insieme, dovrebbe sapere esattamente cosa voglio in ogni momento . E a volte è abbastanza bravo a rispondere ai miei bisogni prima che io li vocalizzi.

Ma mi chiedevo: c'è un modo per comunicare le mie aspettative su di lui senza sembrare come se stessi delegando a un membro junior della mia squadra? C'è, dice Lazzaro. Sii specifico su ciò di cui hai bisogno da lui piuttosto che concentrarti su qualcosa che sembra una critica, consiglia. Invece di dire: "Non mi aiuti mai", prova a dire: "Sono molto sopraffatto in questo momento. Puoi per favore dare una bottiglia al bambino per me?

Nel mio cuore, so che ogni volta che chiedo aiuto usando un linguaggio chiaro ed evitando iperboli giudiziari, è felice di aiutare e, per quanto ricordo, deve ancora rifiutare una richiesta. E mi elogia costantemente per tutte le cose che faccio, ma a volte, quando mi sento sopraffatto, la mia mente espone incessantemente gli aspetti negativi, che hanno un modo di eclissare tutti quei gentili commenti.

Ma sono motivato a lavorare per comunicare meglio i nostri sentimenti al fine di modellare quel comportamento per i miei figli (e, ovviamente, per rafforzare il mio matrimonio), quindi Lazarus suggerisce di esplorare il coaching delle emozioni, una tecnica genitoriale che aiuta i bambini a identificare i loro sentimenti. È divertente come abbiamo tanta empatia e compassione per i nostri figli, ma ci dimentichiamo di convalidare anche il senso del nostro coniuge. Essenzialmente, il processo in tre fasi implica prestare attenzione immediata all'altro persona quando stanno vivendo un grande sentimento, etichettando il sentimento che stanno vivendo e quindi identificando ciò che ha portato alla comparsa di quell'emozione.

Così ora, quando lo sento dire che è stanco (finalmente si sente sicuro dicendo di nuovo che, dopo averlo dichiarato un motivo non grato per così tanto tempo), mi costringo a riconoscere che anche lui potrebbe effettivamente essere stanco ! `` Ho lavorato per mostrare empatia mentre articolavo cose che potrebbero esaurire anche lui '' un lavoro a tempo pieno in cui è costantemente in piedi, dolore cronico al ginocchio e un lungo tragitto giornaliero e, naturalmente, riconoscendo che è di grande aiuto con i bambini in una miriade di modi.

Lazzaro mi ricorda che questi brevi anni sono un errore temporaneo nel grande schema delle cose. E sono sicuro che questo periodo, quando siamo nel bel mezzo di rispondere ai bisogni dei nostri piccoli e meravigliosi umani, con un po 'meno tempo e pazienza reciproci, rafforzeremo il legame che abbiamo Abbiamo costruito e approfondito la nostra capacità di entrare in empatia.

Prima che io lo sappia, i nostri due figli non saranno più giovani, e io guarderò indietro a quegli anni di sonno e di cacca densa con occhiali color rosa e lacrime che mi strisciavano sul viso. E chi si spera sarà seduto di fronte a me durante la cena, con gli anni selvaggi di essere genitori dei nostri minis alle nostre spalle?

Mio caro marito. E sono sicuro che sarà molto più stanco di allora.


Articoli Interessanti

Scusate ragazzi, non sarò mai QUELLA mamma

Scusate ragazzi, non sarò mai QUELLA mamma

La mamma di Pinterest. La mamma PTA. La mamma che lascia gli appunti nella scatola del pranzo e compra sempre prodotti biologici. Scusate ragazzi, non sono solo io. Foto: iStockphoto Dopo 11 anni di genitorialità, mi sono rassegnato al fatto che ci sono alcuni tipi di mamme che non sarò mai. Per quanto mi possa piacere essere quella mamma, non ce l'ho.

Prodigi infantili: 8 sensazioni su YouTube

Prodigi infantili: 8 sensazioni su YouTube

Ecco alcuni dei nostri bambini preferiti che si muovono su YouTube proprio ora. I bambini hanno talento Qui ti presentiamo otto giovani che non sono solo le mele degli occhi dei loro genitori, ma stanno anche battendo i record del mondo, firmando accordi discografici e guadagnando milioni di fan su YouTube

10 verità sulla genitorialità di un bambino con bisogni speciali

10 verità sulla genitorialità di un bambino con bisogni speciali

Notti insonni, polizze assicurative, riprogrammazione: ecco 10 verità su genitori con bisogni speciali. Syona di quattro anni con suo padre. Foto: Anchel Krishna Quando a mia figlia Syona fu diagnosticata una paralisi cerebrale tre anni fa, io e mio marito Dilip sapevamo che dovevamo ridefinire la nostra visione del futuro.

Sonno del bambino da due a tre mesi e programma di alimentazione

Sonno del bambino da due a tre mesi e programma di alimentazione

Ecco cosa aspettarsi per il programma del sonno del tuo bambino di due mesi, l'alimentazione e i cambi di pannolino nelle settimane da 9 a 12. Foto: iStockphoto Il tuo bambino ha due mesi interi - wow! Come procede quella situazione del sonno ? Potrebbe sembrare controintuitivo, ma potrebbe essere utile non pensare a quanto sonno sta dormendo il tuo bambino per un po '

Il dibattito: le città sono migliori per crescere i bambini rispetto al paese?

Il dibattito: le città sono migliori per crescere i bambini rispetto al paese?

Due genitori affrontano l'argomento del posto migliore per crescere i tuoi figli: la città o il paese. Foto: Geber86 / iStockphoto "Sì, le città sono migliori per crescere i bambini" Lori Kittelberg, mamma di uno Una volta, io e mio marito eravamo DINK spensierati (doppio reddito, niente figli). C

Libri per bambini che adoriamo 2014

Libri per bambini che adoriamo 2014

Ogni mese scopriamo i nostri libri per bambini preferiti di recente pubblicazione. Torna regolarmente per vedere cosa stiamo aggiungendo alla nostra libreria. 25 visualizzare le foto dello slideshow