• Thursday February 27,2020

Il controllo post partum di sei settimane è troppo tardi?

I neonati ricevono tutti i tipi di cure dagli operatori sanitari, ma per molte nuove mamme, il controllo singolo a sei settimane dopo la nascita non è abbastanza.

Foto: iStockphoto

Quando la mamma di Vancouver Jennifer Kane * è andata a fare il suo controllo postpartum di sei settimane, lei e il suo OB / GYN hanno discusso brevemente i suoi punti da una lacrima di secondo grado, che stava guarendo bene ma che aveva lasciato un po 'di rigonfiamento della pelle. "Ha detto che potrebbe causare un po 'di dolore durante il sesso, ma che potrebbe essere corretto dopo che avrò il mio prossimo bambino." Ma Kane non sapeva se voleva un altro bambino. "E ovviamente non avevo ancora fatto sesso, quindi non sapevo se fosse un problema."

"Guardando indietro, sono estremamente deluso per le cure che ho ricevuto a quell'appuntamento", afferma Kane. Non era solo che la visita era veloce o che l'OB / GYN era un dato di fatto: non si sentiva curata.

È standard per le donne in Canada e negli Stati Uniti che partoriscono con un OB / GYN fare un controllo sei settimane dopo la nascita. L'appuntamento prevede un esame fisico e una discussione su eventuali complicazioni verificatesi durante il parto, così come il tuo recupero finora. "Ti chiedono come stai facendo in termini di qualsiasi dolore tu abbia, guarendo con la tua cicatrice se hai avuto un taglio cesareo e se hai avuto un parto vaginale, eventuali problemi con il tuo perineo", afferma Sheryl Choo, un collega di il dipartimento di ostetricia e ginecologia della Western University e un membro del comitato delle linee guida di medicina fetale materna per la Society of Obstetricians e Gynaecolgists del Canada. Ti chiederanno anche se stai facendo pipì e facendo la cacca normalmente, se stai andando bene con l'allattamento (se stai allattando) e come ti senti. Questo appuntamento è di solito quando si ottiene il via libera per riprendere l'attività fisica e fare sesso, quindi il medico dovrebbe anche discutere delle preoccupazioni su rapporti sessuali, pianificazione familiare e opzioni di controllo delle nascite .

L'altra parte che è davvero importante è un controllo emotivo. Il tuo medico ti chiederà informazioni sul sonno, il tuo generale senso di benessere e cercherà segni di depressione postpartum (PPD), che secondo Health Canada colpisce circa il 7, 5% delle mamme. Alcuni praticanti usano un questionario standardizzato per lo screening per la PPD, mentre altri chiedono solo il tuo umore e l'interesse per riprendere le attività che ti piacciono. David Millar, direttore esecutivo e responsabile medico del Monarch Center for Maternal and Newborn Health di Ottawa, spiega che, con familiarità, gli operatori sanitari possono spesso vedere i segni. "Potresti aver già avuto 12 o 13 visite [prenatali] in anticipo, quindi questo aumenta la probabilità che il tuo medico noterà un cambiamento", dice. Se ci sono segni di PPD, il tuo medico potrebbe trattarti (che potrebbe includere farmaci) o indirizzarti a uno specialista in salute mentale. Almeno è così che dovrebbe funzionare.

Medico che dà un nuovo trattamento con la mamma Perché i nostri sistemi sanitari stanno fallendo le mamme postpartum? Quando Kane è inciampata nell'ufficio del suo OB / GYN per il suo appuntamento di sei settimane, si sentiva fisicamente e mentalmente spinta ai suoi limiti, che pensava fosse scritta su tutto il viso stanco. "Devo essere stato orribile", dice. Le chiese come stava, e lei rispose che era esausta e che era stata dura. "Mio figlio non dormiva affatto a meno che non fosse su qualcuno [o trattenuto], quindi non credo di avere più di 45 minuti a un'ora di sonno alla volta", dice. "Ero infelice." Ma il suo dottore saltò direttamente su un altro argomento. Vorrebbe che il suo OB / GYN avesse fatto qualche altra domanda o offerto alcuni suggerimenti per aiutare un bambino insonne. "Non sei davvero in grado di pensare razionalmente a quel punto", dice. "Sapevo che stavo attraversando un periodo difficile, ma non riuscivo a mettere le dita su ciò di cui avevo bisogno." Kane crede che se fosse stata vista più di una volta o forse avesse avuto un medico con una migliore comprensione mentale salute, avrebbe potuto ricevere più assistenza. "Guardando indietro, non credo di avere una depressione postpartum, ma ho sicuramente avuto seri problemi di ansia", afferma Kane. "Avevo chiaramente bisogno di aiuto."

Kane non è la sola a criticare i controlli postpartum standard. A sud del confine, l'American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG) propone nuove linee guida per l'assistenza postpartum. Invece di una visita una tantum sei settimane dopo la nascita, ACOG ora consiglia alle nuove mamme di sottoporsi a un controllo entro le prime tre settimane dopo il parto, seguite dalle cure in corso secondo necessità, concludendo con una valutazione finale completa di salute e benessere entro e non oltre 12 settimane dopo il bambino arriva. Le linee guida sulla cura estesa proposte derivano almeno in parte dagli ultimi dati sull'andamento dell'Organizzazione mondiale della sanità che hanno mostrato un sorprendente aumento dei tassi di mortalità materna tra il 1990 e il 2013, quando gli Stati Uniti hanno registrato un balzo da 12 a 28 decessi per 100.000 nascite. "Una delle aree che hanno identificato come un problema era la visita post partum", afferma Choo. ACOG ha anche riferito che ben il 40 percento delle donne americane non vede un dottore dopo tutto il parto. Nel tentativo di assicurarsi che un numero sempre maggiore di nuove mamme stia ricevendo assistenza medica, questo approccio globale consentirebbe alle donne di accedere a servizi Medicaid per un periodo di tempo più lungo, rendendo più semplice la ricerca di servizi di salute mentale, ad esempio, insieme ad altri specialisti anche se hanno poca o nessuna copertura sanitaria aggiuntiva, afferma Choo.

In Canada, mentre tutte le mamme ricevono le loro visite sanitarie coperte da un'assicurazione pubblica, molte ricevono assistenza solo prima di sei settimane dopo il parto; se riscontrano complicazioni con il loro recupero, come un'infezione nell'incisione nella sezione C o sanguinamento postpartum anormale, o se hanno una condizione medica preesistente, come un disturbo alla tiroide, che richiede un attento follow-up. Ma le donne che partoriscono con le ostetriche avranno diversi follow-up dopo il parto. Secondo la Canadian Association of Midwives, l'assistenza postnatale comprende almeno una visita a domicilio durante la prima settimana dopo la nascita e l'assistenza continua per mamma e bambino per almeno le prime sei settimane. Ci sono anche alcune cliniche mediche in tutto il paese, tra cui Monarch, che offrono servizi simili. "Lo chiamiamo un atterraggio morbido dall'ospedale", dice Millar. Dopo che le mamme hanno consegnato all'Ospedale di Ottawa, possono essere dimesse nella sua clinica e viste da un medico di famiglia e da un infermiere e un consulente per l'allattamento. Il primo appuntamento è in genere entro 24 ore dalla dimissione dall'ospedale e i professionisti affrontano problemi che vanno dalla perdita di peso del bambino ai test di ittero, aiutando con qualsiasi domanda o preoccupazione della mamma. Le visite di follow-up sono programmate secondo necessità fino a un massimo di sei settimane, quindi le donne vengono trasferite da un medico di famiglia o un pediatra.

Per le mamme che non stanno andando bene nelle prime settimane, né fisicamente né mentalmente, un'attenzione aggiuntiva è davvero vantaggiosa, afferma Millar. Se sei in una pratica tradizionale con un OB / GYN, ma sei preoccupato per qualsiasi cosa che va da come le tue ferite alla nascita stanno guarendo a sentirsi depresse, non aspettare fino al controllo di sei settimane ... fissare un appuntamento precedente. E se non sei soddisfatto del tuo medico, ci sono altre opzioni tra cui il tuo medico di famiglia e le infermiere della salute pubblica. "La sofferenza a casa da sola non sarà benefica", afferma Millar. Vorrei incoraggiare quelle donne a chiamare qualcuno per chiedere aiuto

* Il nome è stato cambiato.


Articoli Interessanti

Come viaggiare in sicurezza con la tua famiglia

Come viaggiare in sicurezza con la tua famiglia

Sia che tu stia pianificando un viaggio di famiglia all'estero o appena oltre il confine, ecco come devi prepararti per una vacanza sicura e salutare. Foto: ShaneKato / iStockphoto Quando Lisa Murphy e suo marito, Rich, sono partiti dalla loro casa di Toronto per vedere il mondo per sei mesi l'anno scorso, sapevano che c'era una possibilità che si ammalassero - ed erano abbastanza d'accordo con quello.

9 toast inaspettati

9 toast inaspettati

Indietro, burro di arachidi! Questi toppers deliziosamente facili portano il brindisi al livello successivo. 10 visualizzare le foto della presentazione

Come prevenire il dolore al polso durante l'allattamento

Come prevenire il dolore al polso durante l'allattamento

Per alcune mamme, l'allattamento al seno può avere effetti paralizzanti. Quando il secondo figlio di Cheryl Jameson, Trinity, aveva circa quattro mesi, Jameson iniziò a provare dolore doloroso, bruciante e lancinante al polso sinistro durante l'allattamento. A volte era così grave che avrebbe dovuto scuotere il polso in modo aggressivo per fermarlo. L

`` Sarò papà?!     Adorabili reazioni dei futuri padri

`` Sarò papà?! Adorabili reazioni dei futuri padri

Prepara i tuoi tessuti! Guarda come questi uomini scoprono che saranno papà per la prima volta! Foto: YouTube.com "Diventerò papà ?!" è una frase che cambia tutto per gli uomini. E un nuovo annuncio di Colomba cattura quel preciso momento nel film. Preparati a sciogliersi dalla carineria. Gl

15 modi per mantenere i bambini attivi in ​​casa (anche se non hai molto spazio)

15 modi per mantenere i bambini attivi in ​​casa (anche se non hai molto spazio)

Ecco come tenere lontani i tuoi figli dal divano, anche se non hai molto spazio. Foto: iStockphoto Grazie al clima più freddo e ai giorni più brevi, rannicchiarsi sul pullman per guardare la TV è ancora più allettante del solito. Indipendentemente da ciò che porta Madre Natura, è importante notare, tuttavia, che i tuoi kiddos devono continuare a muoversi. Come

Parlare con i genitori: ciò che ogni nuovo genitore deve sapere

Parlare con i genitori: ciò che ogni nuovo genitore deve sapere

{{{data.excerpt}}} {{{data.featuredImage.replace ("http: //", "https: //")}}} Accedi / Registrati impostazioni Disconnessione Rimanere incinta Cercando di concepire Infertilità Gravidanza Gravidanza per settimana Nomi del bambino Registro del bambino Docce per bambini Essere incinta Salute in gravidanza Dando vita Bambino Baby al mese Sviluppo del bambino Cibo per bambini Salute del bambino Sonno del bambino L'allattamento al seno Colica Assistenza ai neonati Cure postpartum Dentizione Famiglia bambini Bambino piccolo attività Feste di compleanno Libri mestieri Disciplin