• Thursday December 12,2019

Generare un figlio che ha conosciuto solo abbandono

Quando incontrai per la prima volta il ragazzo di 26 mesi che avrei adottato, il mio cuore affondò: il livello di abbandono che aveva dovuto affrontare era travolgente.

Foto: iStockPhoto

Quando mi sono fermato all'asilo nido per i bambini in crisi, mi sono seduto in macchina per un momento per riprendere fiato. Il cuore mi batteva forte. Mi sono pronunciato: questo andrà bene. Puoi farlo. E se è terribile, puoi semplicemente dire: "Questo non è per me". Se questo bambino si lancia a calci e urlando contro di te, puoi dire: "Ho completamente cambiato idea", e semplicemente vai via.

Ma volevo davvero che andasse bene. Desideravo ardentemente avere un figlio da quando avevo vent'anni e mi sono sposato. Il mio ex marito non era stato molto bravo in monogamia, quindi l'ho lasciato a 30 anni. Quando ho raggiunto i 35 anni, ho iniziato a pensare che la genitorialità single e l'adozione potessero essere la strada da percorrere. Sono cresciuto in una famiglia con due genitori fino a quando mia madre morì quando avevo 11 anni: sapevo che avere un buon genitore non equivaleva ad avere due, ma era comunque abbastanza buono. Sentivo di poter soddisfare le esigenze di un bambino che doveva essere adottato. Ed ero così pronto per essere una madre. Non volevo aspettare anni per un neonato; Ero pronto, pensavo, a tutto .

Il mio assistente sociale e il lavoratore del bambino mi hanno condotto in una stanza, dove ho messo gli occhi su Evan, il ragazzo di 26 mesi che avrei potuto favorire e poi eventualmente adottare, per la prima volta. Aveva una faccia paffuta - guance così grasse - e sembrava avere un occhio pigro. I suoi capelli erano disordinati e molto lunghi. I vestiti che l'asilo aveva trovato per lui erano troppo grandi e le sue scarpe da corsa, un po 'troppo piccole. La cattiveria era così accattivante. Stavo pensando: posso procurarti un cappello e dei vestiti adatti. Posso farti un taglio di capelli. Posso farti da madre.

"Bene?" Gli operai hanno chiesto.

"OK", ho detto. "Penso che staremo bene."

Due bambini piccoli su una piccola vacillazione Quando inizierò a sentirmi come la madre dei miei figli adottivi? Il giorno dopo, dopo il lavoro, lo andai a prendere nello stesso asilo nido. Ho dovuto portarlo fino al mio appartamento, perché non sapeva come fare le scale. Ma non era abituato a farsi prendere o abbracciare, quindi quando l'ho tenuto in braccio, non sapeva cosa fare delle sue braccia. In un certo senso ha appeso lì, come una bambola. Era così terribile e così chiaro che avrebbe avuto bisogno di molto insegnamento. E il mio cuore affondò: stavo appena iniziando a comprendere la trascuratezza che aveva dovuto affrontare, ed era travolgente.

A cena, mi sono reso conto che mancava un sacco di denti e non sapevo masticare, stava inghiottendo gli spaghetti interi. Più tardi, un dentista mi direbbe che può succedere ai bambini più grandi che stanno ancora ricevendo la maggior parte del loro nutrimento da una bottiglia, perché c'è sempre molto zucchero seduto sulle loro gengive e ciò ritarda la crescita dei denti.

Quando sono andato a fargli un bagno, ho scoperto un'eruzione cutanea rossa arrabbiata e macchie rosse insanguinate e croste sulla schiena e sulle braccia. Gli ho tolto con cura calzini, pantaloni e pannolino, solo per trovare la stessa cosa su tutto il corpo. Ha iniziato a grattarsi come un matto. Ho dato un'occhiata più da vicino, e mi sono reso conto che queste chiazze grezze e dolenti venivano lasciate impure e sedute in pannolini sporchi per la maggior parte del tempo. Dopo, ho cercato di essere più gentile mentre lo accarezzavo. L'ho messo nel letto più piccolo che potessi trovare: tutti i vestiti dai due ai tre anni che avevo appena comprato erano troppo grandi. È stato bello vederlo lì seduto dopo, tutto accogliente nel suo letto, con i suoi capelli appena lavati e pettinati. Ora era in una casa sicura, la guarigione poteva iniziare.

Evan urlò quando lo misi a letto quella prima notte, ma quella fu l'unica volta in cui pianse al momento di coricarsi. I bambini trascurati in genere dormono molto bene, perché hanno rinunciato a aspettarsi di essere calmati se sono in difficoltà. In realtà ha reso difficile organizzare un rituale della buonanotte. Avrebbe semplicemente strisciato nel letto, si sarebbe girato e si sarebbe addormentato, quindi avrei dovuto dire: "No, no, no ... prima leggiamo. Guarderemo questi colori e proveremo a nominarli! ”

C'erano così tanti alti e bassi estremi in quelle prime settimane. Era la sensazione più strana, saltare nella maternità con un bambino, e c'era così tanto da imparare. Passerei dal sentirmi estasiato dal fatto di avere un figlio che potrei essere in grado di adottare per sentirmi disperatamente triste nello scoprire l'ennesimo segno della sua trascuratezza. Rimasi sveglio molto tempo dopo che era andato a letto, leggendo libri e sintomi e comportamenti su Google. Ha ottenuto i suoi colpi mancati e un esame medico completo; iniziò la logopedia e si fece controllare l'occhio pigro. Con sorpresa di tutti, nel giro di 10 giorni, si era quasi auto-corretto: tutto ciò di cui aveva bisogno erano giocattoli e facce da vicino per concentrarsi. Alcuni guadagni avvenivano facilmente; altri erano più difficili.

La madre del parto di Evan sperava di riguadagnare la custodia, quindi la Aid Society dei bambini le chiese di unirsi a noi per appuntamenti medici. Su forse 20 visite programmate su due anni e mezzo, si presentò per due. Ci sono stati molti no-show anche per le visite di accesso. I genitori adottivi e adottivi devono essere attenti e rispettosi quando parlano con i loro figli dei loro genitori alla nascita, quindi lo ero. Ma dentro, infuriavo. Come avrebbe potuto fargli queste cose?

Sapevo che l'affetto ci avrebbe aiutato a costruire un legame, ma non lo ha mai cercato, e all'inizio non ero del tutto sicuro di quando darlo. Le prime settimane con un figlio adottivo o adottivo possono essere tutte fasulle fino a quando non lo fai come genitore. Osserverei i miei amici per vedere quando abbracciavano e baciavano i loro figli. Mia sorella mi ha detto: `` Quando lo metti sul seggiolino, dovresti sempre dargli un bacio sulla guancia dopo aver indossato la cintura di sicurezza. La prima volta che l'ho mai baciato, mi ha guardato come se fossi pazzo. Poi ha suggerito di farlo ogni volta che pensavo che fosse carino, perché mi avrebbe preso l'abitudine di concentrarmi sulla sua dolcezza. Dopo circa un mese, non avevo più bisogno di indurmi ... tutto il mio affetto proveniva naturalmente da un luogo d'amore.

Ero terrorizzato dall'attaccamento: e se non mi avesse mai visto come speciale? Come mamma? E se fosse cresciuto sentendosi come se fossi solo una donna che ha provveduto ai suoi bisogni? Evan sembrava amare i suoi asili nido proprio come me, il che potrebbe essere frustrante. Ha anche iniziato a chiamare tutti i miei amici "Mamma". Lo avrei corretto: "No, il suo nome è Alison" o "il suo nome" è Diana. Quando ha iniziato a chiamarli tutti L Lady, è stata una specie di progressione. Si fermava e parlava con tutti quando eravamo fuori, quindi dovevo insegnargli il pericolo straniero: `` Possiamo salutare gli estranei, ma non chiediamo loro, come è stato il tuo giorno? e afferrare le loro mani

Dopo sei mesi dalle mie cure, Evan non assomigliava al bambino che avevo raccolto quel primo giorno ... stava parlando, abbracciando e giocando, anche se come un bambino di parecchi mesi più giovane della sua età biologica. Eppure il nostro futuro insieme sembrava sempre più incerto. Sua madre di nascita ha iniziato a dire: "Si sta trasformando in un grande bambino perché ha i miei geni", e avrei dovuto combattere la voglia di urlare: No, io Sono abbastanza sicuro che sia una buona genitorialità, è stato curato per quello che ha fatto questo!

Ho cercato di non pensare al rovescio della medaglia di adottare: che Evan potesse tornare alla madre natale. The Aid Society of Aid ha detto che c'era una possibilità di cinquanta e cinquanta. Odiavo quelle probabilità e trattenevo il respiro ogni volta che c'era un'udienza in tribunale. Mi è stato detto: `` Potresti ricevere una telefonata dal tuo lavoratore per dirti che non devi andare a prendere Evan oggi perché sta tornando dalla sua madre natale. con la frizione sul mio telefono al lavoro tutto il giorno.

In due anni e mezzo, ci sono state 12 date giudiziarie. A volte venivano riprogrammati perché la madre di Evan non si presentava. Ha avuto così tante possibilità, ma senza evidenti segni di abuso fisico o una storia materna di alcol o abuso di droghe, la negligenza è difficile da dimostrare in tribunale. Può assomigliare molto alla povertà. Ero terrorizzato a perdere Evan.

Alla fine, il caso non è stato sottoposto a processo. Abbiamo invece accettato la mediazione. Ci sono voluti otto mesi di incontro un paio di volte al mese, diverse ore ogni volta. È stato un processo così frustrante: tutti parlano ripetutamente dei propri sentimenti. A fine primavera, abbiamo stipulato un accordo con le visite quattro volte all'anno e gli aggiornamenti mensili via e-mail. Poi è arrivato il periodo di attesa di 40 giorni, quando la madre ha avuto il diritto di cambiare idea.

Ho dormito a malapena quell'estate. Ho appena fatto gite in gite e date di gioco per non pensare alle cose. Un paio di amici hanno cercato di farmi dei regali in anticipo e ho detto: `` Non darmeli finché non avremo firmato i documenti ''.

Sei mesi dopo, al tribunale, con la mia firma e l'impronta inchiostro di Evan su un pezzo di carta rosa con cuori, l'abbiamo resa ufficiale. Siamo saliti e abbiamo fatto la nostra foto con il giudice. Stavo pensando mentre stavamo accanto a quest'uomo con le sue vesti: non ti conosco, ma ti amo in questo momento ... hai appena cambiato il corso della nostra vita. In tutte le foto di quel giorno, ho il sorriso più grande e sciocco.

Alla fine mi sono sentito sicuro di dire a Evan: "Quindi sei qui per restare adesso, tesoro." Abbiamo fatto una grande festa con la famiglia e gli amici, e dopo che l'ultimo ospite se n'è andato, l'ho aiutato a ottenere dal suo tailleur e lo preparò per andare a letto. Mentre lo nascondevo in quella notte, mi resi conto che era la prima volta in tre anni che non mi sentivo appesantito dalla preoccupazione. Sembrava che il resto delle nostre vite si fosse appena srotolato davanti a noi.

L'adozione di Evan è stata completata nel 2016.


Articoli Interessanti

Un bambino eccessivamente affettuoso

Un bambino eccessivamente affettuoso

Suggerimenti su come aiutare il tuo bambino a leggere i segnali sociali di altri bambini D: La mia bambina di sei anni è una bambina gentile e affettuosa, ma può essere troppo effusiva e prepotente con i suoi amici, abbracciandoli continuamente e insistendo sul fatto che giocano con lei. È arrivato al punto in cui la sua "migliore amica" non siederà più con lei sull'autobus, il che spezza il cuore di mia figlia. Com

6 modi per far aiutare i bambini a casa

6 modi per far aiutare i bambini a casa

Sì, anche il tuo bambino può aiutarti a fare le faccende di casa. Si tratta di trovare compiti adatti all'età per il tuo bambino e rendere divertente l'aspirapolvere. Ha senso: se i tuoi figli contribuiscono al disordine in casa, dovrebbero aiutare a riordinare . Non tanto per il tuo bene, ma per loro. &

UTI nei bambini: conoscere i segni

UTI nei bambini: conoscere i segni

Difficile da individuare ma facile da trattare, ecco cosa devi sapere sulle infezioni del tratto urinario nei bambini. Dana Reinke ricorda bene quando sua figlia Peyton, allora tre anni, ebbe una febbre inspiegabile. "Non c'era nulla di identificabilmente sbagliato", ricorda, "ma la sua febbre non è scomparsa per alcuni giorni ed è stata totalmente letargica.

Amici davvero

Amici davvero

Come trovare un gruppo di mamme e perché sarai contento di averlo fatto Mia figlia, Anna, aveva sei settimane e io ero seduto su una sedia di plastica in una stanza del seminterrato del nostro ospedale con una dozzina di altre mamme e bambini. Mi sono congratulato con me stesso per essere arrivato in tempo.