• Thursday July 2,2020

La mamma che allatta combatte per il suo diritto di pompare su un aereo

Elizabeth Arnold piangeva e tremava dopo aver litigato per ore con un equipaggio di volo sull'accesso a una presa elettrica necessaria per far funzionare il tiralatte.

Foto: iStock

Il trasporto aereo moderno è un mal di testa per quasi tutti. Ma quando hai un nuovo bambino, devi aggiungere molto di più alla tua lista di controllo mentale: bilanciare gli orari di allattamento e il pisolino del bambino, cercando di decifrare le regole su liquidi e biberon e preoccuparti dei crolli a metà volo (per non parlare del privazione cumulativa del sonno e il fatto che stai trascinando molte più cose). Abbiamo sentito tutti le storie dell'orrore di donne a cui è stato ordinato di scaricare sacchi di latte pompato in sicurezza, anche se stanno semplicemente cercando di dare da mangiare ai loro bambini.

Ma che dire di non aver il permesso di usare il tiralatte sull'aereo? Elizabeth Arnold, una madre di due figli di Toronto che viaggia senza i suoi figli piccoli, recentemente si è ritrovata a piangere, tremare e sopraffatta dopo aver litigato per ore con un equipaggio di volo sull'accesso a una presa elettrica necessaria per far funzionare il tiralatte.

Arnold, che sta allattando sia la sua bambina di un anno che quella di quasi due anni, stava seguendo il viaggio d'affari di suo marito a Londra quando le è stato ripetutamente detto che non poteva usare una spina per far funzionare il tiralatte a causa del protocollo di sicurezza della compagnia aerea. Mentre l'equipaggio alla fine cedette, per prima cosa dissero ad Arnold di provare a esprimere manualmente il suo latte. Quando ciò non ha funzionato, hanno organizzato per lei di cambiare temporaneamente posto per un misero "sette minuti" con la spina. Dice che bisogna fare di più per proteggere i diritti delle donne quando si tratta di allattare al seno (o pompare) nell'aria.

"Non dovremmo dire alle donne come pompare, dove pompare, come allattare, dove allattare", afferma Arnold, un insegnante di 27 anni. "Dovremmo avere la scelta di capire cosa funziona meglio per noi ed essere in grado di farlo ovunque dovremo farlo. Sono stato messo in una situazione in cui ho dovuto lottare per i miei diritti ".

Mentre Air Transat non si è scusato con Arnold, un portavoce della compagnia aerea ha dichiarato che la compagnia è "triste" per la situazione in cui si trovava.

"Non vogliamo rendere più difficile l'allattamento o il pompaggio delle donne", afferma Debbie Cabana, direttore marketing e affari pubblici di Air Transat. "Siamo una compagnia aerea molto adatta alle famiglie e orientata alle famiglie". Ha sottolineato che il sito Web della compagnia afferma che tutti i dispositivi medici a bordo devono essere alimentati a batteria; mentre ci sono occasionalmente prese elettriche integrate negli aerei della compagnia, la politica operativa per l'Airbus A330 su cui Arnold era a bordo non consente l'uso delle spine per qualcosa di diverso da uno smartphone, tablet o laptop.

L'intenzione della politica non è quella di essere discriminatori, afferma Cabana, ma per garantire che non vi sia un problema di tensione che crei un problema elettrico (come un corto circuito o un incendio).

“Per essere chiari, questo è un problema di sicurezza. La compagnia aerea non sta cercando di rendere più difficile il pompaggio a bordo delle donne ", afferma Cabana, aggiungendo che il motivo per cui la compagnia aerea non pubblica specificamente la politica sull'allattamento al seno è perché sono" aperti "a facilitarla su tutti i voli, tra cui spostare le donne in sedili che offrono più spazio o privacy se necessario.

Arnold dice che non ha preso in considerazione l'idea di ottenere una pompa manuale perché tendono ad essere difficili e inefficienti; la pompa elettrica usata possiede le batterie, ma non si ricaricano più. Si è anche assicurata di pompare subito prima di salire sul suo volo di otto ore, sperando di guadagnare tempo. Spendere soldi per una nuova pompa per il viaggio non sembrava necessario finché non era sull'aereo, senza opzioni e preoccupata di venire con la mastite.

Arnold si chiede quante altre mamme abbiano subito la stessa situazione che induce al panico (e spesso dolorosa). Se hai mai allattato al seno o espresso latte per biberon, sai che l'allattamento non riguarda solo l'alimentazione del tuo bambino quando è conveniente per il tuo programma di lavoro o i tuoi piani di viaggio. Non è così che funziona l'allattamento. Il tuo corpo ha un ritmo e un ciclo di produzione del latte propri, spesso ogni due ore, indipendentemente dal fatto che tu sia con il tuo bambino in quel momento. (L' ingorgo e la mastite a causa della mancanza di una poppata o del salto di una sessione di pompaggio possono diventare una seria preoccupazione per la salute.) È anche importante pompare o allattare a intervalli regolari per mantenere l'apporto di latte. Le donne non dovrebbero sentirsi imbarazzate, o come se in qualche modo fossimo troppo esigenti, per aver bisogno di prenderci cura di una funzione corporea di base, spiega Arnold. È anche piuttosto demoralizzante per un equipaggio di volo dettare quale metodo ci è permesso usare (e quando) per alleviare la pressione ed esprimere il nostro latte.

"Questa è una questione di diritti delle donne", afferma. “Devono esserci altre madri che hanno volato e hanno dovuto pompare. Spero che il cambiamento derivi da questo e [le compagnie aeree] si rendono conto che abbiamo bisogno di nuovi modi per proteggere le persone e assicurarci che ci siano spazi sicuri per le madri che allattano per fare tutto ciò che devono fare per continuare il loro viaggio di cura. "

Viaggiare durante l'allattamento non è facile. Hai mai dovuto pompare su un aereo o da qualche parte che sembrava meno che privato?


Articoli Interessanti

5 consigli per l'allattamento in pubblico in totale sicurezza

5 consigli per l'allattamento in pubblico in totale sicurezza

È il tuo diritto allattare il tuo bambino ovunque tu voglia o che sia necessario. Questi trucchi possono aiutarti a sentirti più a tuo agio. "Sono molto appassionato del nostro diritto all'allattamento al seno in pubblico", afferma la mamma di due Roxanne West, la superstar di Instagram (@bonjourblissblog) e la creatrice di bonjourblissblog.c

Ciò che ogni genitore deve sapere sugli ossiuri

Ciò che ogni genitore deve sapere sugli ossiuri

Gli ossiuri non sono nulla di cui essere estasiati: sono sorprendentemente comuni e facili da trattare. Foto: Stocksy United Ellie, una bambina di cinque anni, dormiva da soli 20 minuti quando si svegliò nel panico. "Stava contorcendosi e si sentiva a disagio", dice sua madre, Celena Gowan, che ha riportato la figlia a dormire.

Il collegamento con i genitori online mi ha aiutato a sopravvivere con genitori di un figlio con bisogni speciali

Il collegamento con i genitori online mi ha aiutato a sopravvivere con genitori di un figlio con bisogni speciali

Sono sempre stato scettico nei confronti delle comunità online, ma quando ho avuto un figlio con una malattia rara, le mamme che ho incontrato in un gruppo online erano le uniche a capire. Foto: iStockphoto È stato un momento di pura disperazione, nel dicembre 2015, quando ho effettuato l'accesso a Facebook e mi sono unito a un gruppo di genitori di bambini con allergie al latte e alla soia.

Mamma delle celebrità dell'anno: JENNIFER GARNER

Mamma delle celebrità dell'anno: JENNIFER GARNER

I voti sono dentro! La tua mamma delle celebrità preferita del 2012 è ... JENNIFER GARNER! Ecco perché la amiamo. IN PIÙ, guarda chi sono i secondi classificati di quest'anno. 19 visualizzare le foto dello slideshow