• Saturday April 4,2020

Cosa fare quando il bambino inizia a picchiarsi

Alcuni bambini deliberatamente colpiscono la testa o si colpiscono senza apparentemente alcun motivo. Non ti battere in questa fase.

Foto: genitore di oggi

Una sera prima di cena, Sarah Campbell * ha chiesto al suo bambino di due anni, Scott, di lavarsi le mani . "Mi ha guardato e, con una mano aperta, ha sbattuto la testa", ricorda. Nelle settimane successive, Campbell notò che anche Scott si stava colpendo quando era imbarazzato. “Quando l'ho prelevato presto dall'asilo un pomeriggio, è diventato tutto timido e imbarazzato e si è colpito. Gli altri bambini hanno pensato che fosse divertente, quindi ha continuato a farlo ", dice.

Alanna Norman, un'educatrice della prima infanzia a Ottawa, aveva una studentessa di due anni che mostrava comportamenti simili in classe se le cose non andavano per il verso giusto. "Smetteva di fare quello che stava facendo, si sbatteva la testa con le mani o talvolta sbatteva la testa o il corpo contro un muro", dice.

Anche se può essere allarmante per i genitori, questo comportamento è piuttosto comune: circa un quarto dei bambini piccoli si colpiranno in faccia o in testa con una certa regolarità, afferma Kiran Pure, uno psicologo infantile clinico registrato ad Halifax. "I colpi alla testa spesso iniziano dopo circa sei mesi e raggiungono picchi dai 18 ai 24 mesi", afferma.

Perché lo fanno? Tutti i comportamenti comunicano qualcosa, afferma Alexandra Carter, psicologa infantile a Port Moody, BC. Quindi il tuo bambino è probabilmente frustrato o in cerca di attenzione. Il battito o il colpire possono anche essere auto-stimolanti, il che significa che si sente bene e soddisfa un bisogno sensoriale. Se la causa principale non è ovvia, Carter afferma che le famiglie dovrebbero trascorrere una settimana a registrare le osservazioni. Cerca schemi: succede a una certa ora del giorno? Durante un compito particolare? Dopo un tipo specifico di evento? In un determinato ambiente? La registrazione di questi dettagli può aiutare a determinare il contesto del comportamento e la causa.

Molti bambini che si colpiscono provano forti emozioni che non possono esprimere verbalmente. "Le parole relative ai sentimenti del bambino potrebbero non essere ancora nel loro lessico", afferma Pure. L'approccio migliore, dice, è aiutare il bambino a etichettare le proprie emozioni . Prova a dire "sembri arrabbiato" o "sembri triste" e lavora per insegnare loro alcune strategie di coping positive.

Quando il bambino nella sua classe inizia a diventare fisico, Norman gli attenua la testa e poi lentamente lo aiuta a sdraiarsi. “Facciamo tecniche di respirazione. Quindi, quando è calmo, parliamo del problema e gli forniamo le parole e gli strumenti da usare la prossima volta ", afferma.

Se c'è un chiaro trigger, Carter consiglia di modificare l'ambiente o il programma di tuo figlio per renderlo meno probabile che si verifichi il comportamento. Ad esempio, se tuo figlio colpisce la testa quando è il momento di spegnere la TV e cenare, potrebbe non gestire bene le transizioni. In questo caso, puoi provare a creare una pianificazione visiva per prepararti al cambiamento e utilizzare il metodo di conto alla rovescia. Se tuo figlio sembra essere in una vera angoscia, tienilo, dì qualcosa di calmante, dai loro un oggetto che trova confortante e rimuovi oggetti vicini che possono causare danni, consiglia Carter.

Foto degli occhiali da sole da portare della ragazza impertinente Cosa fare quando il bambino rileva comportamenti impertinenti dalla TV e dai bambini di YouTube possono anche colpire se stessi quando soffrono, diciamo, di dentizione o un'infezione all'orecchio. "Questo potrebbe essere quello di creare una distrazione dal sentimento fisico", afferma Pure. Se i bambini non possono dire cosa fa male, il botto può anche essere un modo per comunicare il loro dolore ai caregiver. Cerca altri sintomi: sbavare, le guance rosse e il risveglio notturno sono segni di dentizione, mentre la febbre, il disagio sdraiato e il rimbocco dell'orecchio potrebbero indicare un'infezione all'orecchio.

Alcuni bambini hanno l'abitudine di dondolarsi e di battere la testa ritmicamente mentre cercano di addormentarsi. "Il movimento ritmico può risultare rilassante, simile a quello di essere su una sedia a dondolo", afferma Pure. La maggior parte dei bambini cresce da questo, ma nel frattempo implementa alcune misure di sicurezza e controllo del rumore. Se il tuo bambino dorme ancora in una culla, controlla regolarmente se non sono presenti bulloni e dadi, poiché il dondolo potrebbe allentarli. Puoi anche appendere il tessuto sul muro per smorzare il botto o spostare completamente la culla o il letto dal muro.

Mentre il colpo alla testa non è necessariamente qualcosa di cui preoccuparsi, Carter afferma che può, in alcuni casi, essere un segno di un disturbo neurosviluppo sottostante, come il disturbo dello spettro autistico o il disturbo da deficit di attenzione e iperattività. "Se tuo figlio mostra altri sintomi, come ritardo nello sviluppo del linguaggio, battito delle mani o ridotto interesse nell'impegno con genitori o colleghi, è una buona idea consultare un pediatra", afferma.

Se il tuo bambino sembra farlo per il valore di shock - forse li sorprendi mentre notano le reazioni di te e dei loro coetanei - è meglio ignorare attivamente questi comportamenti, che è ciò che ha funzionato per Campbell dopo una settimana. Finché non causano gravi danni, si disinnestano e non supplicano né negoziano. `` Ricorda che l'attenzione è come un grande adesivo con la faccia felice, '' dice Carter. Se lo ignori, alla fine diminuirà

* I nomi sono stati cambiati


Articoli Interessanti

La bambina di Alyssa Milano: nome e foto del neonato

La bambina di Alyssa Milano: nome e foto del neonato

Alyssa Milano ha dato il benvenuto a una bambina all'inizio di questo mese. Dai un'occhiata al nome e guarda alcune delle sue dolci foto appena nate. Alyssa Milano, agosto 2014. Foto: Parisa / FameFlynet Nel caso in cui te lo fossi perso (in qualche modo, suppongo, tra il caos del ritorno a scuola e la gravidanza della Duchessa

RICHIAMO: inalatori Ventolin Diskus

RICHIAMO: inalatori Ventolin Diskus

Health Canada e GlaxoSmithKline Inc. ricordano volontariamente gli inalatori di Ventolin Diskus per non aver erogato una dose accurata di farmaci. FOTO: GLAXOSMITHKLINE INC. Health Canada e GlaxoSmithKline Inc. stanno richiamando volontariamente un sacco di inalatori di Ventolin Diskus dopo aver scoperto che potrebbero non erogare la dose prevista di farmaco e potrebbero provocare un attacco d'asma potenzialmente letale

Esercizio postpartum: allenamento con marsupio

Esercizio postpartum: allenamento con marsupio

{{{data.excerpt}}} {{{data.featuredImage.replace ("http: //", "https: //")}}} Accedi / Registrati impostazioni Disconnessione Rimanere incinta Cercando di concepire Infertilità Gravidanza Gravidanza per settimana Nomi del bambino Registro del bambino Docce per bambini Essere incinta Salute in gravidanza Dando vita Bambino Baby al mese Sviluppo del bambino Cibo per bambini Salute del bambino Sonno del bambino L'allattamento al seno Colica Assistenza ai neonati Cure postpartum Dentizione Famiglia bambini Bambino piccolo attività Feste di compleanno Libri mestieri Disciplin

Quando mio figlio dovrebbe passare ai pannolini pull-up?

Quando mio figlio dovrebbe passare ai pannolini pull-up?

I pannolini pull-up possono aiutare con il vasino e l'allenamento notturno, ma sapere quando iniziare e smettere di usarli è la chiave. Foto: iStockPhoto Come la maggior parte delle cose nella genitorialità, quando si tratta di un allenamento banale e notturno, non esiste un approccio unico per tutti che è garantito per funzionare per ogni bambino. L

Mi dispiace, James Harrison, ma non c'è niente di sbagliato nei trofei di partecipazione

Mi dispiace, James Harrison, ma non c'è niente di sbagliato nei trofei di partecipazione

"Mi rendo conto che potrei essere in minoranza qui, ma a chi importa se i bambini ottengono trofei di partecipazione o no?" Il linebacker di Pittsburgh Steelers James Harrison ha fatto notizia questa settimana dopo che il suo post su Instagram il 15 agosto è diventato virale. La star della NFL, la cui carriera dura 12 stagioni e due vittorie nel Super Bowl, ha rivelato che restituirà i recenti trofei di partecipazione dei suoi figli perché vuole che "guadagnino un vero trofeo". I

Come l'autismo di mio figlio mi ha insegnato a dire di no

Come l'autismo di mio figlio mi ha insegnato a dire di no

Pensavo di dover fare tutto fino a quando la diagnosi di mio figlio mi ha dato un controllo di realtà tanto necessario Foto: iStock Photo "Devi imparare a dire di no", disse il mio collega dandomi una pacca sul braccio. Le avevo appena dato le lunghe scuse per aver rifiutato il suo invito a un pranzo di lavoro, perché, come ho spiegato, sentivo di avere troppo nel mio piatto come un piccolo imprenditore e genitore di due giovani figli .