• Tuesday September 22,2020

Cosa fare quando il bambino non vuole andare a scuola

Portare tuo figlio a scuola ogni mattina può scatenare una battaglia di volontà. Ecco cosa fare quando diventa uno schema.

Foto: @KatrineWorld via Instagram

Nella quarta elementare, la figlia di Rebecca Lee, Devan *, odiava andare a scuola e lamentava molti dolori di stomaco . Il padre di Devan la lasciava spesso a casa quando era al suo posto (i genitori di Devan sono divorziati), e questa incoerenza ha reso ancora più difficile per Lee. Devan era troppo grande per lei per trascinarsi fuori dal letto, quindi la mamma di Toronto spesso non sapeva come portare effettivamente suo figlio a scuola.

La riluttanza ad andare a scuola è comune nei bambini di cinque e sei anni, poiché si stanno adattando all'asilo e alla prima elementare. Ma può anche ricominciare intorno all'età di 10 o 11 anni, quando c'è un grande salto nelle aspettative accademiche combinato con un aumento delle capacità di pensiero astratto, il che può rendere i bambini più preoccupati per i voti e le dinamiche sociali.

Per uscire, tuo figlio potrebbe dire che è malata: mal di testa e dolori di stomaco sono manifestazioni comuni di ansia, anche se questi disturbi potrebbero scomparire a metà mattina. Oppure potrebbe esplodere o addirittura diventare fisicamente aggressiva.

"È davvero angosciante per tutta la famiglia", afferma Michele Kambolis, terapista di bambini e famiglie a Vancouver e autore del libro Generation Stressed. “Non solo i genitori sono profondamente preoccupati per il loro bambino, ma rende molto difficile far fronte al funzionamento quotidiano. I genitori potrebbero dover prendersi del tempo libero dal lavoro e altri fratelli potrebbero essere in ritardo a scuola o non farcela affatto ”.

Anche se sei frustrato, mantieni la calma e assicurati che l'empatia sia la tua prima risposta, afferma Marjory Phillips, psicologa clinica del Child Development Institute di Toronto. "Non dire: 'Eccoci, sarò di nuovo in ritardo per lavoro di nuovo", perché questo ti blocca in una lotta di potere con tuo figlio. “Invece, dì: 'Sembra che tu ti stia divertendo stamattina. Sei preoccupato per qualcosa a scuola? '”

Assicurati che tuo figlio non sia stanco . È difficile prevedere abbastanza tempo per dormire in una settimana intensa, ma i bambini tra i sei e i 12 anni hanno bisogno di nove a 12 ore a notte .

Se tuo figlio dorme bene ma le battaglie persistono, prova a risolvere il problema principale. “Potrebbe essere che le aspettative accademiche siano difficili. O tuo figlio potrebbe avere difficoltà con un amico o si sente vittima di bullismo ", afferma Phillips.

I bambini possono avere difficoltà a articolare ciò che sta accadendo, quindi chiedi all'insegnante se ha notato qualcosa. Forse lei può dare a tuo figlio un compito divertente e utile che gli piace (come portare la lista delle presenze in ufficio) o organizzare un insegnante che gli piace incontrarlo alla porta ogni mattina. Suggerisci cose che tuo figlio non vede l'ora, come un amico che potrebbe vedere, un cibo preferito a pranzo o un gioco divertente da giocare durante la ricreazione.

Se l'ansia di tuo figlio è correlata a qualcosa di breve termine, ad esempio un test imminente o un'unità matematica impegnativa, potrebbe aver bisogno solo di un po 'di aiuto, supporto extra e aiuto nella preparazione di un piano di gioco per superare le difficoltà.

Per problemi più grandi, come il bullismo o le difficoltà accademiche, cerca supporto all'interno della scuola. "Rassicura tuo figlio che contribuirai a risolvere quel problema", afferma Kambolis. Prima interveni, più velocemente puoi aiutare tuo figlio a tornare all'apprendimento.

Kerri Hayes vorrebbe aver recitato prima quando suo figlio, Aidan, si rifiutava di andare a scuola all'età di sei anni. Hayes pensava che avesse solo problemi ad adattarsi al primo anno, quindi ha fatto molta empatia e gli ha parlato di cose che non vedono l'ora di andare dopo la scuola e nei fine settimana. Ma ha ancora lottato, spesso non riuscendo a tornare in classe fino a dopo la ricreazione o non tornare dopo essere tornato a casa per pranzo. Le settimane si estesero in mesi. Alla fine, Aidan le disse che il suo insegnante urlava spesso in classe, il che lo infastidiva. Anche se discuterne con l'insegnante è stato imbarazzante, Hayes ha organizzato una conversazione per affrontare il problema. Successivamente, Aidan si è sentito più a suo agio in classe, il che lo ha aiutato a superare l'anno.

Non esitare a parlare con il tuo medico di famiglia del benessere di tuo figlio e chiedi un referral per una valutazione della salute mentale, che potrebbe escludere il disturbo d'ansia da separazione o la depressione . Phillips suggerisce di consultare un'agenzia di salute mentale per bambini quando si nota per la prima volta un problema serio. Puoi anche prendere in considerazione una valutazione psico-educativa, che potrebbe identificare una disabilità di apprendimento, afferma Kambolis. "A volte i bambini molto brillanti possono avere delle lacune nell'apprendimento che portano all'ansia e all'evitamento scolastico."

Devan, ora al sesto anno, continua a scavare nei suoi tacchi e spesso non riesce affatto a classificare. Lee sta lavorando con la scuola per affrontare le difficoltà di apprendimento, l'ansia e il disturbo provocatorio dell'opposizione di Devan.

Va bene lasciare che tuo figlio faccia una "giornata di salute mentale" ogni tanto? Dipende, dice Phillips. “Conosci tuo figlio. Se pensi che sia nel suo miglior interesse, allora è ragionevole. Ma non lasciare che restare a casa diventi una tattica di evitamento persistente.

* Il nome è stato cambiato.


Articoli Interessanti

Cosa aspettarsi al primo appuntamento con la terapia del pavimento pelvico

Cosa aspettarsi al primo appuntamento con la terapia del pavimento pelvico

Fare pipì quando ridi, starnutisci o corri? È normale dopo una gravidanza e di solito curabile con la terapia del pavimento pelvico. Ecco come funziona. Foto: iStockphoto Ti aspettavi che il tuo corpo cambiasse un po 'dopo la gravidanza: smagliature , tette cadenti, forse qualche chilo di troppo.

10 modi per prevenire e curare i capezzoli doloranti durante l'allattamento

10 modi per prevenire e curare i capezzoli doloranti durante l'allattamento

L'allattamento al seno non dovrebbe far male. Se trovi che i tuoi capezzoli sono doloranti, screpolati o sanguinanti durante o dopo l'allattamento, ecco cosa puoi fare. Foto: IStockPhoto Ahia! Il tuo bambino inizia a allattare e fa male! I capezzoli dolenti sono una lamentela frequente per le madri che allattano e alcuni ritengono che sia una parte inevitabile dell'esperienza infermieristica

I miei bambini mangiano snob ... o solo i palati più esigenti?

I miei bambini mangiano snob ... o solo i palati più esigenti?

I piccoli buongustai di Jennifer Pinarski alzano il naso nei piatti che meno si aspetta. "Che cos'è?" Chiese Isaac, mio ​​figlio di sei anni, colpendo la forchetta con il cibo sul suo piatto. "È arrosto di manzo e purè di patate ", gli dissi, cercando di non sentirmi frustrato perché sapevo che stava preparando una battaglia per la cena. "

Bambini in cucina: 6 consigli da una mamma casalinga

Bambini in cucina: 6 consigli da una mamma casalinga

Jennifer ti esorta a riciclare i tuoi cibi in plastica e far cucinare davvero i tuoi bambini. Gillian aiuta con la preparazione della cena. Crescendo in una fattoria, quindi lavorando nel settore agricolo per diversi anni, ho un legame più stretto con il mio cibo rispetto alla maggior parte dei canadesi.

Perché adoro i genitori da solo

Perché adoro i genitori da solo

Questa settimana, Susan Goldberg è genitore solo e scopre che le piace ogni minuto. Questa settimana, Susan ha Rowan e Isaac per sé. Foto: Susan Goldberg. Thunder Bay, Ontario. la scrittrice Susan Goldberg è una torontoniana trapiantata e una delle due madri per due ragazzi. Segui mentre condivide le esperienze della sua famiglia. S